Storia

Nel 1920 due tecnici della storica ditta Voigtlander, Paul Franke e Reinhold Heidecke, decidono di unire le forze e fondare una nuova ditta. L’idea era quella di costruire una macchina a tre obiettivi. L’innovazione avrebbe permesso di evitare  innumerevoli scambi tra il vetro smerigliato e i portalastre ai quali i fotografi  dell’epoca erano costretti con le loro attrezzature. In altre parole si montava un dorso con il vetro smerigliato che permetteva di inquadrare; fatta l’inquadratura andava rimosso il primo dorso e sostituito con  un altro  che conteneva la lastra e infine si scattava la fotografia. Tutto questo avveniva con la macchina immobilizzata su un cavalletto.

Da questa idea, nel 1921 nacque la Heidoscop, primo prodotto della ditta Franke & Heidecke,  una macchina stereoscopica innovativa, con 2 lenti per la ripresa e una  lente per la visione che ne permetteva l’uso a mano libera. Qualche anno dopo ne uscì una versione che al posto del  portalastre aveva l’alloggiamento per la pellicola 120, e fu chiamata Rolleidoscop.   Per avere la prima biottica bisogna aspettare il 1928, quando inizio’ la produzione della prima Rolleiflex. Questa macchina ebbe da subito un enorme successo sia per la praticità nell’uso, che per la qualità delle immagini che era in grado di produrre; la Franke & Heydecke la produsse fino al 1932 e la equipaggiò con le migliori lenti che il mercato tedesco potesse offrire, le Carl Zeiss di Jena in 2 diverse versioni il 75mm f4.5 e il 75mm f3.8.  Anche l’Otturatore Compur era il meglio che si potesse trovare all’epoca, caratterizzato da tempi che andavano da 1/300 fino al  secondo con posa B e T. Oltre a queste caratteristiche anche la qualità dell’ingrandimento garantito dal formato 6×6 dei fotogrammi che produceva, l’hanno resa una delle macchine fotografiche preferite dai fotografi cerimonialisti. Inizialmente il vano porta pellicola fu progettato per pellicole 117 (9 fotogrammi da 6×6), ma nel 1931 fu modificato per accogliere anche il classico 120 da 12 pose. Questa fu la prima Rolleiflex una macchina medioformato che ha scritto e documentato gran parte della storia del 900. Restò in produzione nelle varie versioni fine degli anni 80.