Rolleiflex T

Modello K8T - Periodo di produzione: da Ottobre 1958 a Giugno 1961 in oltre 56000 esemplari con e senza esposimetro. La Rolleiflex T rappresenta il modello economico della ditta Franke & Heidecke. Vi sono infatti molte differenze tra la T e la 3.5F o 2.8F(modelli di punta dello stesso periodo), finalizzate all'abbattimento dei costi di produzione per poter proporre sul mercato un prodotto più' economico: l'assenza del meccanismo tasto che permette in automatico il caricamento della pellicola sul primo fotogramma, l'introduzione di parti in plastica, l'assenza delle rotelle zigrinate x la selezione di tempi e diaframmi e non per ultimo l'obiettivo, un tessar di vecchia concezione aggiornato che andava a sostituire il più moderno e blasonato planar della 3.5F. Sono in molti a pensare che la lettera T che contraddistingue il nome di questo modello fosse riferita all'obiettivo Tessar, ma in realtà la T è l'iniziale dell'ingegnere che l'ha progettata, Theodore Uhl, che a fine progetto è stato licenziato dal proprietario della ditta tedesca in quanto non era un amante dei lavori in economia. Per assurdo questo modello di Rolleiflex fu una delle più vendute e rimase in produzione per oltre 18 anni.
Obiettivi:
Carl Zeiss Oberk Tessar 75mm f3.5
Zeiss Opton Tessar 75mm f3.5
Scheneider Kreuznach Xenar 75mm f3.5

Otturatori:
Synchro Compur MXV da 1 sec a 1/500 + Bulb
Synchro Compur XV da 1 sec a 1/500 + Bulb

Baionetta I
Come la 3.5F e la 2.8f anche nella T il pozzetto è sfilabile e permette di sostituire agevolmente lo schermo di messa a fuoco nonché di montare un pentaprisma.
Particolare laterale. In alto la finestra dove sono indicati i valori EV e in basso la levetta che sostisce le due ghiere per la gestione dell'accoppiata tempi e diaframmi
L'obiettivo Tessar 75mm f3.5 e il pulsante di scatto in posizione laterale
Il pozzetto